Studio Maurella Tommasi
Detassazione per Investimenti Ambientali
09
SET
2016

Detassazione per Investimenti Ambientali realizzati nel 2011/2012

Territorio: Nazionale

BENEFICIARI

Piccole e medie imprese, di qualsiasi settore di attività, che determinano il reddito in contabilità ordinaria.

INVESTIMENTI AMMISSIBILI

Sono ammissibili gli investimenti ambientali effettuati a partire dal 1° Gennaio 2011 al 25 Giugno 2012.

ESEMPI SPESE AMMISSIBILI

In linea di massima sono ammissibili i seguenti interventi:

  • produzione di energia rinnovabile (ad esempio: impianti fotovoltaici, idroelettrici, eolici e a

biomassa);

  • rimozione di strutture (es.: eternit);
  • ogni impianto atto a depurare, filtrare o trattare qualsiasi tipo di emissione;
  • interventi sul ciclo produttivo atti a sostituire o eliminare sostanze inquinanti o pericolose

per l’ambiente, ivi compresi i rifiuti provenienti dal ciclo produttivo;

  • insonorizzazioni;
  • vasche di contenimento e interventi per significativi contenimenti energetici del ciclo

produttivo.

AGEVOLAZIONE

La quota di reddito destinata agli investimenti ambientali non concorre a formare il

reddito imponibile ai fini delle imposte sul reddito. L’investimento ambientale viene quindi

portato in deduzione della base imponibile IRES o IRPEF.

TEMPISTICHE

L’agevolazione doveva essere determinata prima di depositare il bilancio, all’interno del quale

andava indicato l’importo dell’investimento ambientale. Attraverso la Risoluzione 58E del 20 luglio

2016 l’Agenzia delle Entrate ha chiarito la possibilità di applicare l’agevolazione anche ad

investimenti registrati in bilanci già depositati, purchè siano rispettate le procedure

specifiche.

Lo studio rimane a disposizione per manifestazioni di interesse e/o chiarimenti.

Lascia un commento

*

captcha *