Studio Maurella Tommasi
08
OTT
2014

VOUCHER ICT In attesa delle modalità operative

E’ in fase definizione il decreto che fissa le regole per i Voucher ICT.

OBIETTIVI GENERALI
Stimolare MPMI ad utilizzare le tecnologie digitali.

SOGGETTI BENEFICIARI
Pmi di tutti i settori.

ATTIVITÀ AMMISSIBILI
I voucher dovranno favorire l’acquisto di software, hardware o servizi che consentano uno tra i seguenti tipi di attività:

– miglioramento dell’efficienza aziendale;
– modernizzazione dell’organizzazione del lavoro (anche mediante telelavoro);
– sviluppo di soluzioni di e-commerce; connettività a banda larga e ultralarga;
– collegamento alla rete internet mediante satellite, quindi con acquisto di decoder e parabole, dove non sono disponibili soluzioni fisse;
– formazione qualificata, nel campo dell’Ict, del personale delle Pmi.

 

INTENSITÀ D’AIUTO
I Voucher saranno concessi nella misura massima del 50% del totale delle spese ammissibili per un massimo di 10.000 euro.
Il Voucher è concesso in regime “de minimis”.

Lo Studio è a disposizione per ulteriori informazioni o chiarimenti o per eventuali manifestazioni di interesse.

Cordiali saluti.

 

***

 Studio Maurella

Consulenza e servizi  aziendali

 

Via Don Fornasini, 10 Loc. Prati

40030 Castel di Casio  (BO)

 

mobile +39 377 1800518

fisso +39 0534 350942

fax server +39 02 700521843

skype studiomaurella

mail studiomaurella@studiomaurella.it

web www.studiomaurella.it

 

Informativa di riservatezza

 

Questo messaggio di posta elettronica ed i relativi allegato/i contengono informazioni di carattere confidenziale rivolte esclusivamente ai destinatario/i sopra indicati. Ai sensi del D.Lgs. n.196/03 è vietato l’uso, la diffusione, la distribuzione o la riproduzione delle informazioni contenute da parte di ogni altra persona. Nel caso aveste ricevuto questa e-mail per errore, siete pregati di segnalarlo immediatamente al mittente e distruggere quanto ricevuto (compreso i file allegati) senza farne copia. Qualsivoglia utilizzo non autorizzato del contenuto di questa e-mail costituisce violazione dell’obbligo di non prendere cognizione della corrispondenza tra altri soggetti, salvo più grave illecito, ed espone il responsabile alle relative conseguenze (Art.162,167,170,171,172 del D.Lgs. n.196/03).

 

Sull'autore

Lascia un commento

*

captcha *