fbpx
Studio Maurella Tommasi

MA DOVE VAI … SE IL CONTRIBUTO PUBBLICO NON CE L’HAI???

Rubrica radiofonica ospitata da Radio RDM a cura di MT Group

Qualità del vivere

premi PLAY per ascoltare la puntata

 

Gli argomenti della puntata:

  • Perchè si può affermare che il turismo “non esiste”? Le prospettive per i turismo nell’Appennino Bolognese
  • Cosa si intende per “qualità del vivere”
  • La strada da intraprendere
  • ci risentiamo ogni lunedì su Radio RDM ore 11,30

 

Per ulteriori informazioni contattaci allo 0534 31109 oppure a richieste@studiomaurellatommasi.it

 

comunicazione a cura di MT Group

MA DOVE VAI … SE IL CONTRIBUTO PUBBLICO NON CE L’HAI???

Rubrica radiofonica ospitata da Radio RDM a cura di MT Group

Intraprendere

premi PLAY per ascoltare la puntata

 

Gli argomenti della puntata:

  • Chi è l’imprenditore, come di diventa imprenditore e cosa comporta esserlo
  • Da dove si deve partire per “fare impresa”
  • Come ottenere i soldi necessari per avviare un’impresa
  • ci risentiamo ogni lunedì su Radio RDM ore 11,30

 

Per ulteriori informazioni contattaci allo 0534 31109 oppure a richieste@studiomaurellatommasi.it

 

comunicazione a cura di MT Group

La Camera di Commercio di Bologna metterà a disposizione contributi a fondo perduto fino al 70% per le imprese che vogliono innovarsi.

 

Tra le più interessanti novità in tema di finanza agevolata troviamo il contributo a fondo perduto previsto per il ricorso ai servizi dei manager nel campo della consulenza per la trasformazione tecnologica e digitale delle imprese in chiave industria 4.0 e per l’ammodernamento dei processi organizzativi compresa la consulenza finanziaria.

Il panorama di finanza agevolata legati al Piano Nazionale Impresa 4.0 , oltre alla Sabatini, iperammortamento e ricerca e sviluppo si arricchisce anche con la consulenza alle imprese anche nella consulenza finanziaria, dando prova di quanto la liquidità aziendale sia la leva migliore per lo sviluppo delle imprese.

Il voucher introduce un contributo a fondo perduto per l’acquisizione di consulenze alle imprese in ambito specialistico finalizzate a sostenere processi di trasformazione tecnologica e digitale attraverso le tecnologie abilitanti.

Nell’ambito del Piano Nazionale Impresa 4.0 si intendono per tecnologie abilitanti:

  • robot collaborativi interconnessi e rapidamente programmabili;
  • simulazione tra macchine interconnesse per ottimizzare i processi;
  • integrazione informazioni lungo la catena del valore dal fornitore al consumatore;
  • realtà aumentata a supporto dei processi produttivi;
  • stampanti in 3D connesse a software di sviluppo digitali;
  • comunicazione multidirezionale tra processi produttivi e prodotti;
  • analisi di un’ampia base dati per ottimizzare prodotti e processi produttivi;
  • gestione di elevate quantità di dati su sistemi aperti;
  • sicurezza durante le operazioni in rete e su sistemi aperti.

 

L’apertura del Bando è prevista per la prossima estate, se sei interessato a questa opportunità lasciaci i tuoi recapiti compilando il modulo sottostante e ti avviseremo noi quando il Bando verrà pubblicato!

    Nome (richiesto)

    Email (richiesto)

    Telefono (richiesto)

    Bando per il quale si richiede informazioni, è sufficiente inserire il titolo dell'articolo e vs. eventuale messaggio (richiesto)

    Giorni e orari in cui preferibilmente si risponde al telefono (richiesto)

    Acconsento al trattamento dei miei dati (richiesto)

    Preso atto dell’informativa per i clienti 

    MA DOVE VAI … SE IL CONTRIBUTO PUBBLICO NON CE L’HAI???

    Rubrica radiofonica ospitata da Radio RDM a cura di MT Group

    Non solo covid

    premi PLAY per ascoltare la puntata

     

    Gli argomenti della puntata:

    • Virus informatici: di che cosa si tratta
    • I rischi per le aziende
    • Come potranno difendersi le aziende
    • ci risentiamo ogni lunedì su Radio RDM ore 11,30

     

    Per ulteriori informazioni contattaci allo 0534 31109 oppure a richieste@studiomaurellatommasi.it

     

    comunicazione a cura di MT Group

    La Camera di Commercio di Bologna metterà a disposizione contributi a fondo perduto per le imprese dell’area Metropolitana bolognese che vogliono dotarsi di sistemi di sicurezza per affrontare il problema della microcriminalità.

     

    Spese ammissibili

    Saranno ammissibili al contributo le spese di acquisto e di installazione (al netto di IVA) dei seguenti sistemi di sicurezza:

    • sistemi di videoallarme antirapina, collegati in video alla Questura e ai Carabinieri;
    • sistemi di videosorveglianza a circuito chiuso, sistemi antintrusione con allarme acustico e nebbiogeni;
    • sistemi passivi: cassefortiblindatureantitaccheggioinferriatevetri antisfondamento e sistemi integrati di verificacontabilizzazione e stoccaggio del denaro.

     

    Entità contributo

    Saranno previsti contributi a fondo perduto fino al 50% delle spese ammissibili (contributo massimo di € 3.000).

     

    Previsione apertura Bando

    L’apertura del Bando è prevista per la prossima estate, se sei interessato a questa opportunità lasciaci i tuoi recapiti compilando il modulo sottostante e ti avviseremo noi quando il Bando verrà pubblicato!

     

      Nome (richiesto)

      Email (richiesto)

      Telefono (richiesto)

      Bando per il quale si richiede informazioni, è sufficiente inserire il titolo dell'articolo e vs. eventuale messaggio (richiesto)

      Giorni e orari in cui preferibilmente si risponde al telefono (richiesto)

      Acconsento al trattamento dei miei dati (richiesto)

      Preso atto dell’informativa per i clienti 

      MA DOVE VAI … SE IL CONTRIBUTO PUBBLICO NON CE L’HAI???

      Rubrica radiofonica ospitata da Radio RDM a cura di MT Group

      Il risveglio

      premi PLAY per ascoltare la puntata

       

      Gli argomenti della puntata:

      • A quali problematiche ha portato il puntare con forza sulle risorse turistiche in Italia (inizio anni 2000)
      • Da quali elementi ripartire (il settore della manifattura)
      • Le agevolazioni previste per ripartire
      • Le agevolazioni previste dalla Regione Emilia Romagna
      • ci risentiamo ogni lunedì su Radio RDM ore 11,30

       

      Per ulteriori informazioni contattaci allo 0534 31109 oppure a richieste@studiomaurellatommasi.it

       

      comunicazione a cura di MT Group

      Territorio

      Provincia di Modena.

       

      A chi è rivolto

      Beneficiari dell’intervento sono tutte le attività economiche, iscritte al Registro delle Imprese, con sede o unità locale in provincia di Modena che esercitino l’attività in posto fisso e che non abbiano ottenuto la liquidazione del contributo Fondo Sicurezza almeno una volta negli ultimi tre anni (2018, 2019 e 2020), in riferimento alla stessa locazione.

       

      Di che cosa si tratta

      Il Bando prevede contributi a fondo perduto per le imprese che vogliono dotarsi di sistemi di sicurezza, per affrontare il problema della microcriminalità.

      Sono ammissibili al contributo le spese di acquisto e di installazione (al netto di IVA) dei seguenti sistemi di sicurezza:

      • sistemi di videoallarme antirapina, collegati in video alla Questura e ai Carabinieri;
      • sistemi di videosorveglianza a circuito chiuso, sistemi antintrusione con allarme acustico e nebbiogeni;
      • sistemi passivi: casseforti, blindature, antitaccheggio, inferriate, vetri antisfondamento e sistemi integrati di verifica, contabilizzazione e stoccaggio del denaro.

       

      Per tutte le tipologie è ammissibile solo l’acquisto di beni nuovi.

      Si precisa che le unità locali presso le quali si intende installare l’impianto di sicurezza devono essere già state denunciate al Registro imprese al momento della presentazione della domanda.

       

      Entità del contributo

      Sono previsti contributi a fondo perduto fino al 50% delle spese ammissibili (contributo massimo di € 3.000).

       

      Tempistiche

      La domanda di contributo dovrà venire presentata: dalle ore 10:00 del 1° aprile 2021 alle ore 20 del 30 aprile 2021.

      L’intervento è retroattivo per spese sostenute a partire dal 1° ottobre 2020.

       

      AFFIDATI A NOI PER PRESENTARE LA TUA RICHIESTA DI CONTRIBUTO!

      CONTATTACI AL 0534 31109 OPPURE COMPLETA IL MODULO E TI RICONTATTEREMO NOI

       

        Nome (richiesto)

        Email (richiesto)

        Telefono (richiesto)

        Bando per il quale si richiede informazioni, è sufficiente inserire il titolo dell'articolo e vs. eventuale messaggio (richiesto)

        Giorni e orari in cui preferibilmente si risponde al telefono (richiesto)

        Acconsento al trattamento dei miei dati (richiesto)

        Preso atto dell’informativa per i clienti 

         

        Territorio

        Regione Emilia Romagna.

         

        A chi è rivolto

        L’intervento è rivolto alle imprese PMI artigiane appartenenti al settore manifatturiero (Sezione C del Codice Ateco 2007) oppure le imprese artigiane che, pur non appartenendo al settore manifatturiero, svolgono la propria attività all’interno di una determinata catena del valore a cui appartengono una o più imprese manifatturiere.

         

        Di che cosa si tratta

        Il Bando prevede contributi a fondo perduto per favorire la realizzazione, da parte di imprese artigiane, di progetti innovativi finalizzati ad introdurre le più moderne tecnologie digitali necessarie per accrescere l’efficienza dei processi produttivi e aziendali interni, anche nell’ottica della riduzione degli impatti ambientali delle produzioni, e a rafforzare il loro posizionamento all’interno della catena del valore delle filiere di appartenenza.

        Sono ammessi interventi per:

        • favorire la digitalizzazione dei processi produttivi e organizzativi interni all’impresa proponente il progetto;
        • favorire la digitalizzazione dei processi relativi ai rapporti di fornitura di beni e/o servizi tra imprese operanti nella medesima catena del valore.

         

        Gli interventi elencati devono riguardare almeno uno dei seguenti aspetti:

        • introduzione/implementazione di almeno una delle 9 tecnologie abilitanti previste dal piano nazionale impresa 4.0 (Internet delle cose, Big data analytics, Integrazione orizzontale e verticale dei sistemi, Simulazioni virtuali, Robotica, Cloud computing, Realtà aumentata, Stampanti 3d, Cybersecurity);
        • adattamento e connettività degli impianti, attrezzature e sistemi esistenti ad almeno una delle tecnologie abilitanti previste dal piano nazionale impresa 4.0;
        • adozione di altre soluzioni tecnologiche digitali finalizzate all’ottimizzazione delle funzioni delle piattaforme e delle applicazioni digitali per la gestione dei rapporti tra i componenti, relative alla progettazione, esecuzione, logistica e manutenzione.

         

        Sono ammissibili le seguenti tipologie di spesa:

        1. Acquisto di beni strumentali, di software e relative licenze d’uso direttamente funzionali alla realizzazione dei progetti di trasformazione tecnologica e digitale (anche in leasing solo quota capitale anno e abbonamenti).
        2. Acquisizioni di consulenze: per la definizione delle strategie di innovazione organizzativa, di processo e di direzione; e finalizzate all’introduzione delle tecnologie abilitanti 4.0 o all’adattamento e alla connettività degli impianti, attrezzature e sistemi esistenti alle tecnologie abilitanti previste dal piano nazionale impresa 4.0;
        3. Costi del personale dedicato al percorso di innovazione introdotto con il progetto (max 10% della somma delle voci precedenti).

         

        Entità del contributo

        Sono previsti contributi a fondo perduto al 40% delle spese ammissibili (contributo massimo di € 40.000 e spesa minima di € 30.000).

        Incremento contributo del 5% se ricorre una o più delle seguenti ipotesi:

        • assunzione a tempo indeterminato o apprendistato 2° liv. in possesso di uno dei seguenti diplomi e titoli: diploma ITS, diploma di laurea di primo livello, magistrale a ciclo unico, nelle discipline scientifiche, diploma di master, titolo di dottore di ricerca in una delle discipline scientifiche;
        • qualora l’attività di impresa del richiedente sia caratterizzata dalla presenza femminile e/o giovanile in termini di partecipazione finanziaria al capitale sociale;
        • possesso del rating di legalità;
        • i progetti operino, con riferimento alle sedi operative/unità locali dove si realizza l’intervento, nelle aree montane;
        • i progetti operino, con riferimento alle sedi operative/unità locali dove si realizza l’intervento, nelle aree fragili dell’Emilia Romagna.

         

        I contributi sono cumulabili con altre agevolazioni pubbliche.

         

        Tempistiche

        I costi e i progetti devono riferirsi ad attività svolte entro le seguenti date: dal 1° gennaio 2021 (inizio progetto) al 31 dicembre 2021 (fine progetto).

        La domanda di contributo dovrà venire presentata: dalle ore 10:00 del 13 aprile 2021 alle ore 13 del 20 aprile 2021 (chiusura anticipata al raggiungimento di 250 domande).

         

        AFFIDATI A NOI PER PRESENTARE LA TUA RICHIESTA DI CONTRIBUTO!

        CONTATTACI AL 0534 31109 OPPURE COMPLETA IL MODULO E TI RICONTATTEREMO NOI

         

          Nome (richiesto)

          Email (richiesto)

          Telefono (richiesto)

          Bando per il quale si richiede informazioni, è sufficiente inserire il titolo dell'articolo e vs. eventuale messaggio (richiesto)

          Giorni e orari in cui preferibilmente si risponde al telefono (richiesto)

          Acconsento al trattamento dei miei dati (richiesto)

          Preso atto dell’informativa per i clienti 

           

          MA DOVE VAI … SE IL CONTRIBUTO PUBBLICO NON CE L’HAI???

          Rubrica radiofonica ospitata da Radio RDM a cura di MT Group

          La soluzione

          premi PLAY per ascoltare la puntata

           

          Gli argomenti della puntata:

          • La “fideiussione assicurativa”, di che cosa si tratta?
          • Perchè si parla di CREDITORE e DEBITORE?
          • I vantaggi della “fideiussione assicurativa” rispetto alla “fideiussione bancaria”
          • Anche lo Studio Maurella Tommasi può stipulare “fideiussioni assicurative”
          • ci risentiamo ogni lunedì su Radio RDM ore 11,30

           

          Per ulteriori informazioni contattaci allo 0534 31109 oppure a richieste@studiomaurellatommasi.it

           

          comunicazione a cura di MT Group

          ATTENZIONE!!! Il Bando prevede spese da effettuarsi presumibilmente entro la prima metà del 2023… È questo il momento di pianificare al meglio le azioni strategiche da mettere in atto e selezionare gli strumenti migliori, come questa importante opportunità.

          Contributi

          Sono previsti contributi a fondo perduto fino al 65% (per un massimo di 130.000 €).

           

          Progetti ammissibili

          Sono finanziabili:

          1. Progetti di investimento. Investimenti in macchinari, impianti, attrezzature che aiutano nella riduzione del rischio chimico, rischio rumore, rischio derivante da vibrazioni meccaniche, rischio biologico, rischio di caduta dall’alto, rischio infortunistico, rischio sismico, rischio da lavorazioni in spazi confinanti e/o sospetti di inquinamento. Sono ammessi anche progetti di sostituzione di macchine e impianti obsoleti (no marchiati CE);
          2. progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale
          3. progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi (MMC);
          4. progetti di bonifica da materiali contenenti amianto;
          5. progetti di imprese operanti nei settori della pesca e della fabbricazione di mobili;

           

          Il progetto deve essere realizzato (e rendicontato) entro un anno decorrente dalla data di ricezione della comunicazione di esito positivo.

           

          Territorio

          Nazionale.

           

          Tempistiche

          La presentazione delle domande potrà venire effettuata dal 1° giugno 2021 al 15 luglio 2021.

          Le pratiche per effettuare la richiesta di contributo necessitano di uno studio approfondito, pertanto devono venire impostate e lavorate fin da ora.

           

          Abbiamo avuto conferma da parte dell’Ente che il Bando INAIL è cumulabile con ulteriori agevolazioni fiscali come l’IPERAMMORTAMENTO e il SUPERAMMORTAMENTO (alla sola condizione che la somma dei due contributi non superi l’intero costo del bene acquistato) questo si traduce in un notevole risparmio economico sugli investimenti (in alcuni casi la spesa è uguale a ZERO) che le aziende intendono effettuare.

          Di seguito alcuni esempi:

          IPERAMMORTAMENTO

          Costo bene classificato come Industria 4.0: 100.000 €

          Contributo INAIL 65%:  65.000 € (contributo a fondo perduto)

          Iper-ammortamento credito di imposta al 40% su 100.000 €: 40.000€ (utilizzabili solo 35.000 €)

          Il costo sostenuto da parte dell’azienda è pari a ZERO

          SUPERAMMORTAMENTO

          Costo bene NON classificato come Industria 4.0: 100.000 €

          Contributo INAIL 65%:  65.000 € (contributo a fondo perduto)

          Super-ammortaento credito di imposta al 6% su 100.000 €: 6.000€ 

          Il costo sostenuto da parte dell’azienda è pari a 29.000 €

           

          AFFIDATI A NOI PER PREDISPORRE LA TUA RICHIESTA DI CONTRIBUTO!

          CONTATTACI SUBITO AL NUMERO 0534 31109 OPPURE COMPLETA IL MODULO E TI RICONTATTEREMO NOI

            Nome (richiesto)

            Email (richiesto)

            Telefono (richiesto)

            Bando per il quale si richiede informazioni, è sufficiente inserire il titolo dell'articolo e vs. eventuale messaggio (richiesto)

            Giorni e orari in cui preferibilmente si risponde al telefono (richiesto)

            Acconsento al trattamento dei miei dati (richiesto)

            Preso atto dell’informativa per i clienti